Tra le tante cose di cui sono consapevoli, c’è anche il riconoscimento di un cambiamento nell’ambiente familiare. Anche se ci sono movimenti costanti di persone o oggetti. Ecco perché, ad esempio, non è consigliabile affrontare un trasloco proprio subito dopo la nascita del bebè.

Per quanto riguarda la consapevolezza del proprio corpo, gli studi evidenziano come questa emerga sin dal momento della nascita. Fin da subito, infatti, i neonati sentono il dolore ed il piacere, così come la fame e la sazietà, il sonno e la stanchezza.

Sin dalla nascita un neonato è inoltre in grado di vedere e mettere a fuoco ad una distanza di circa venti centimetri, questo significa che possono vedere perfettamente il volto della madre durante l’allattamento, ad esempio.

Anche l’udito è uno dei sensi più sviluppati: sono in grado di sentire perfettamente. Riescono a muovere gli arti ed il proprio corpo in maniera istintiva, sebbene il loro sistema nervoso non sia ancora completamente sviluppato.

Il neonato, in sostanza, già alla nascita possiede tutta una serie di competenze che gli consentono fin da subito di entrare in relazione col corpo, con l’ambiente che lo circonda e le persone che ne fanno parte.

Fonte:

Spatial tuning of electrophysiological responses to multisensory stimuli reveals a primitive coding of the body boundaries in newborns