Tra i fattori di rischio più diffusi, troviamo:

  • precedenti di depressione o di ansia, sia durante un’altra gravidanza che in altre occasioni
  • precedenti familiari di depressione o di ansia
  • una gravidanza complicata
  • problemi nella relazione con il padre del bambino
  • problemi economici
  • poco appoggio da parte di familiari e/o amici
  • gravidanza inaspettata.

L’ansia durante la gravidanza può colpire il bambino?
Secondo gli esperti sì, questi disturbi medici possono avere delle ripercussioni anche sul nascituro, nonostante non siano delle conseguenze dirette.

La formazione precoce del vincolo tra la madre e il figlio è essenziale per lo sviluppo del bambino, e stringere dei legami con il nascituro costituisce la maggior parte di questo vincolo. Quando si soffre di ansia perinatale, potrebbe essere difficile stringere questo tipo di legami.

È possibile, ad esempio, che una madre non riesca a rispondere efficacemente alle necessità del suo bambino. E, nel caso ci fossero dei figli più grandi in casa, potrebbe mancare anche a loro questo tipo di appoggio.

Ma, soprattutto, gli effetti dell’ansia durante la gravidanza… [SEGUE]